Ipertensione killer silenzioso

ipertensione come curare

Ipertensione cosa significa

L'IPERTENSIONE, secondo il dizionario medico è un eccesso di pressione di liquidi o gas contenuti nelle cavità dell'organismo o nel sistema vasale, con particolare riferimento a quella del sangue, di carattere transitorio o permanente, che si riscontra nelle arterie ( i. arteriosa ).

Ciò comporta un aumento di lavoro per il cuore. La pressione arteriosa è riassunta da due misure, sistolica e diastolica, che dipendono dal fatto che il muscolo cardiaco si contrae (sistole) e si rilassa (diastole) tra un battito e l’altro.

Ipertensione come riconoscerla?

Hai un aumento del battito cardiaco accompagnato da una sensazione non piacevole? Hai sempre mal di testa? Il fiato è corto, il respiro affannoso? Senti spesso un dolore al torace? Il tuo naso sanguina spesso?

Queste sono alcune delle domande che sentirai dal tuo medico qualora intuisca che tu sia un soggetto iperteso. Ho usato il termine “intuisca” perché come molti sanno, l’ipertensione è una malattia asintomatica, cioè priva di sintomi ed è per tali motivi che viene considerato un KILLER SILENZIOSO.

Quali sono i valori ottimali della pressione arteriosa?

L’unità di misura per la Pressione Arteriosa sono i mmHg.

valori ottimali della pressione arteriosa sono:

  • Pressione Arteriosa Sistolica: 110 – 140 mmHg
  • Pressione Arteriosa Distolica: 70 – 90 mmHg
  • Pressione Arteriosa Media: 40 – 50 mmHg

Periodicamente l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) aggiorna i range dei valori di normalità sulla base dei più recenti studi clinici definendone i valori ottimali per prevenire le complicanze. 

Come si misura la pressione arteriosa?

L’unità di misura per la Pressione Arteriosa sono i mmHg.

Per misurare la pressione possiamo utilizzare:

  • Lo sfigmomanometro a mercurio (metodo non invasivo), ormai in disuso
  • Lo sfigmomanometro aneroide (metodo non invasivo)
  • Lo sfigmomanometro elettronico (metodo non invasivo)
  • Il catetere arterioso inserito in arteria collegato ad un trasduttore, a sua volta collegato ad un monitor (metodo invasivo)
  • Orologio FitDoctor

Secondo l’OMS, la misurazione ottimale deve essere effettuata:

  • In condizioni di tranquillità, il paziente deve essere rilassato e comodo
  • La persona non deve aver fumato o bevuto da almeno un quarto d’ora
  • Non deve aver bevuto caffè nell’ora precedente
  • Il braccio deve essere appoggiato e non rimanere sospeso (nel caso di misurazione con sfigmomanometro) 
  • Il bracciale deve essere di dimensione adeguata al braccio del paziente. Un bracciale da adulto non può essere utilizzato su un bambino e viceversa; allo stesso modo su una persona obesa non può essere utilizzato un bracciale standard. Un’inadeguata misura del bracciale comporta rilevazioni errate (sovrastima o sottostima).

Dopo aver posizionato il bracciale, si posiziona la campana del fonendoscopio appena sotto il bracciale e precisamente sulla piega del braccio. Se con una mano si tiene la pompetta, con l’altra si posizionano due dita sul polso della persona per percepire le pulsazioni dell’arteria radiale. Si mette poi il fonendoscopio alle orecchie.

Si comincia a gonfiare il manicotto con la pompetta, fino al momento in cui non si avvertono più pulsazioni a livello dell’arteria radiale. Si gonfia ancora di circa 20 mmHg e poi si comincia ad aprire lentamente la valvola presente sulla pompetta, in modo da lasciar uscire possa l’aria dal bracciale.

Quali sono i rischi collegati all'Ipertensione?

È importante prevenire perché il rischio di infarto o di un'ischemia è molto alto!

All’aumentare della Pressione Arteriosa, aumentano i rischi di danni cardiaci, ai vasi e a molti organi, in particolare cervello e reni. Inoltre, un’ipertensione incontrollata è strettamente correlata al rischio di infarto cardiaco ed ictus ischemico. A lungo termine può anche causare l’insorgenza di aneurismi, disfunzione renale e cecità.

Una volta che si è a conoscenza dei fattori di rischio che causano l’ipertensione, facilmente si comprende come ci si deve comportare per poterla prevenire.

In linea generale, uno stile di vita sano, senza fumo e alcol, con una dieta sana e dell’attività fisica, sono gli elementi essenziali per poter agire in maniera preventiva.

In età adulta è fondamentale il controllo routinario della pressione, in particolar modo con l’aumentare dell’età. Un riscontro occasionale di Pressione Arteriosa elevata deve essere un campanello d’allarme e spingere ad indagare se è un problema temporaneo o persistente che necessita di modifiche nello stile vita, o l’assunzione di terapia. Infatti, talvolta il semplice cambiamento dello stile di vita è sufficiente a comportare una progressiva diminuzione della Pressione Arteriosa, senza dover ricorrere alla terapia.

Ipertensione killer silenzioso

Leave a Reply

Close Menu